Sante Caserio
Il testo è di Pietro Gori, la musica è attribuita a A. Capponi, com'è riportato su un foglio volante non firmato raccolto da Roberto Leydi.
E' stato scritto in occasione della morte di Sante Caserio, ghigliottinato nel 1894 a Lione per aver pugnalato Sadi Carnot, Presidente della Repubblica francese.